Intervista a:

Claudio Fenocchi Business Solution Architect ORACLE    

 

 

 

 

Perchè i dati sono importanti per le banche di oggi?

I dati sono sempre più importanti per le banche. Sono la base da cui partire per abilitare la digital transformation in questo settore, supportare i processi di business legati ai requisiti dei regolatori, da un lato, e gestire la relazione con clienti in modo da soddisfarne al meglio tutte le esigenze di personalizzazione e tempestività, dall’altro. I dati sono anche l’elemento centrale dell’evoluzione tecnologica che i sistemi bancari stanno affrontando: gestione efficiente ed efficace dei big data, implementazione di soluzioni basate su Artificial Intelligence e Machine Learning ed evoluzione verso architetture orientate ai servizi e basate sul Cloud. Per tutti questi motivi, è oggi sempre più fondamentale anche per le banche essere “data driven”.

 

Come Oracle può supportare le banche nel percorso per diventare “Data Driven” ?

L’offerta Oracle ha tutte le caratteristiche fondamentali per una “Data Driven Bank”:

– Un layer per l’acquisizione e la trasformazione dei dati, in grado di gestire i tradizionali flussi batch ma anche di abilitare la gestione dei dati in tempo reale, sia per la generazione di eventi basati sulle variazione dei dati (“Change Data Capture”) sia per l’analisi in tempo reale di eventi interni e/o esterni;

– La capacità di gestire all’interno del database diversi “data model” che supportano esigenze applicative diverse e di accedere ai dati in modalità “cross-model” – in modo coerente;

– Scalabilità praticamente illimitata, sfruttando la flessibilità del Cloud, in ambienti totalmente gestiti grazie all’applicazione di algoritmi di machine learning grazie ai quali viene ridotta al minimo la necessità di interventi umani, vengono ottimizzate la disponibilità dei dati e le performance, vengono applicati in modo automatico meccanismi di protezione da attacchi di sicurezza e tutte le attività di manutenzione, back-up e applicazione di patch di sicurezza (NdR che sono poi le caratteristiche “self-driving, self-securing e self-reparing” dell’Oracle Autonomous Database);

– Strumenti di Artificial Intelligence e Machine Learning adeguati per le diverse tipologie di utenti: algoritmi predefiniti, integrati nei prodotti e nelle applicazioni per gli utenti business; tool per la generazione guidata di algoritmi all’interno degli strumenti di analisi per i business analyst; piattaforme in cloud, collaborative e integrate per una gestione di classe enterprise dell’attività dei data scientist; algoritmi integrati direttamente nel database per DBA e sviluppatori.

© 2017 Brainz s.r.l. - All right reserved

Designed and Developed by Brainz Italy SRL.